Fiducia, controllo ed autoefficacia

Ognuno è artefice del proprio destino.
O no?

Dipende dal caso, da ciò che accade, dalla fortuna, dalla sfortuna, o da noi?



Ci sono situazioni e periodi in cui ci sembra di non essere capaci di poter influire su niente dalle questioni globali ma finanche sulla nostra vita, sulla possibilità di trovare un lavoro o un amico, un compagno, un amante.

Perciò aspettiamo. Aspettiamo che arrivi da fuori il bello e il brutto.
O - talvolta aspettiamo che arrivi a richiesta, senza impegno personale.

Mi capita di essere contattata da persone che vogliono che io trovi il tempo per incontrarli, mentre loro si accorgono di non riescire a trovarlo per incontrare me.
Chiedono all'altro l'investimento economico, emotivo, insieme ad ogni cosa - incluso fiducia, stima, motivazione, cambiamenti- deve essere fornito loro, a richiesta e comodamente.

Se qualcosa non va per il verso giusto, dipende sempre da qualcosa o qualcuno lì fuori.

Sono persone -il che include magari anche noi stessi, in periodi particolari o su alcuni temi, con un LOCUS OF CONTROL (LOC)  ESTERNO:
 gli eventi della propria vita sono interamente attribuiti all'esterno, non dal proprio impegno, capacità, comportamenti o azioni, ma dal caso, dalla fortuna o sfortuna, da altre persone.

Non è possibile controllare o incidere,  non esistono responsabilità proprie negli eventi che accadono o che non accadono.

- le variabili esterne sono eccessive ed opprimenti rispetto alle proprie capacità;
-  i propri risultati (positivi o negativi)  sono dovuti ad altri o alle circostanze;
-  le difficoltà determinano demotivazione;
-  gli eventi sono considerati  imprevedibili;
-  non si attivano per trovare soluzioni, ma dipendono dagli altri.

Questo tipo di atteggiamento, quando unico e reiterato in molte aree della vita, è pesante per loro stessi e per chi li incontra.

Tendono a non assumersi responsabilità, le lasciano agli altri, salvo lamentarsene per gli esiti.
Vittime di persone ed eventi.


Come ogni eccesso, anche il suo opposto può essere arduo:
chi ritiene di poter raggiungere qualunque risultato se si impegna abbastanza, potrebbe caricarsi di un eccessiva responsabilità, ansie e colpa, senza considerare chee gli eventi sono anche influenzati dall'ambiente esterno.

A questo proposito secondo la teoria di Skinner, libertà e volontà individuale sono solo delle illusioni, perché il comportamento di ognuno è controllato dalle risposte positive o negative che l’ambiente fornisce in relazione al comportamento stesso.


Fato, destino, circostanze,ambiente, persona.

Come rispondiamo alle risposte negative dell'ambiente?

Da Aristotele e Platone alle teorie psicologiche più moderne, da  Fritz Heider a Robert Withe, da Alfred Adler e Otto Fenichel a Bandura, il senso dell' autoefficacia è la fiducia che ogni persona ha sulle proprie capacità di ottenere gli effetti desiderati con la propria azione.


Quando il senso di autoefficacia è basso la persona ritiene che le proprie azioni raramente ottengano i risultati desiderati. 
La persona con bassa autoefficacia potrà scegliere obiettivi più limitati e a impegnarsi di meno per raggiungerli e, a parità di complessità del compito, proverà maggiore stress. 

I livelli di autoefficacia influenzano le prestazioni in ambito scolastico, sociale, nel controllo del peso, nelle abitudini rilevanti per la salute, nel controllo del dolore, nella riduzione del comportamento fobico, nelle prestazioni lavorative, etc.


Il concetto di autoefficacia si riferisce alla fiducia e all’aspettativa di poter padroneggiare con successo determinate situazioni.

In base a questo senso di previsione di successo o insuccesso,  ci impegnamo di conseguenza.
O abbandoniamo prima ancora di cominciare se il nostro senso di autoefficacia è basso.

La causa dei successi viene ritenuta esterna e quella degli insuccessi interna.
La persona non crede nelle proprie capacità e ritiene inutile impegnarsi.
L'autostima è minacciata.
Quando sia i successi che i fallimenti si ritengono dovuti entrambi a cause esterne, c'è ugualmente il rischio di restare  passivi perché non pensiamo poter essere padroni delle situazioni.

Il LOC esterno è stato associato a rischio di problemi comportamentali durante l’adolescenza (Liu, Kurita, Uchiyama, Okawa, Liu, & Ma, 2000), ed è correlato con un più alto livello di stress (Roddenberry & Renk,2010), un maggior senso d’impotenza di fronte al dolore (Härkäpää, Järvikoski & Vakkari, 1996), un peggioramento delle capacità di adattamento successivamente ad un evento critico (Kilmann, Laval, & Wanlass, 1978) e un minor livello di benessere soggettivo (Karatas & Tagay, 2012).

La causa dei successi è interna e insuccesso all’esterno:
 impedisce alla persona di crescere e ritiene sempre "gli altri"responsabili dei propri fallimenti.

Il locus of control interno è stato correlato con numerose modalità di fronteggiamento (coping) positivo ed un maggior livello di ottimismo (S Guarnera, RL Williams 1986)

Soltanto chi attribuisce sia i propri fallimenti che i propri successi a cause interne, riesce a ottenere risultati migliori, in quanto s’impegna e persiste anche di fronte a compiti particolarmente impegnativi e sa affrontare positivamente anche l’insuccesso.
Anche questa possibilità va "abitata" con misura, ovvero senza cadere in  ansie eccessive e sensi di colpa.


Possiamo essere o meno concordi con queste teorie, comunque sono utili a farci riflettere:
quando abbandoniamo un progetto a cui teniamo?

O anche quando smettiamo di credere di poter trovare un  lavoro e neanche lo cerchiamo,
quanto dura la nostra motivazione e resistenza alla ricerca, quanto ci abbattiamo per non cercare più.
Quanto aspettiamo che una persona che ci piace ci cerchi, e non prendiamo l'iniziativa?
Quando smettiamo di "combattere" anche per tenere una relazione in vita?
O, all'opposto, quanto ci accaniamo inutilmente in situazioni che dovremmo lasciar andare per orgoglio e senso di rivalsa o per paura che dopo non siamo capaci di trovare di meglio?

Osservando noi stessi ed ascoltando di più, scoprendo desideri e motivazioni, paure infondate e resistenze antiche, possiamo conquistare ogni giorno un nuovo spazio di azione e libertà per essere noi stessi.



Commenti

Nome

aforismi,46,amore,6,artcounseling,36,arte,52,arte esercizi,1,ascolto,9,assertività,5,autodeterminazione,5,autopromozione,5,autostima,25,benessere,15,bilanci,12,bisogno,4,cambiamento,11,cappelli,6,carriera,2,chakra,10,citazioni,11,colloquio,13,competenze,89,competizione,4,comportamento,5,comunicazione,21,conflitto,7,consapevolezza,96,coppia,2,coraggio,2,counseling,5,counseling aziendale,3,creare,11,creativa,1,creatività,67,creatività in azienda,1,crescita,5,crescita personale,57,crescita professionale,10,critica costruttiva,9,curriculum,4,danza,1,diy,1,efficacia,3,emozioni,12,empowerment,5,errori,1,esercizi,8,esperienziale,25,espressione artistica,9,etica,2,fantasia,1,feedback,4,felicità,1,formazione,2,fotografie,5,fumetti,1,fun,4,genitorialità,1,gestione del tempo,8,idee,2,immaginazione,2,immagini,1,infografica,2,Jung,2,la mia storia,3,laboratori,78,lavoro,12,libri,21,linkedin,6,marketing,21,maslow,1,meditazione,2,metafore,18,metaprogrammi,1,motivazione,12,musica,9,nel mio cassetto,2,netiquette,3,non verbale,1,nutrirsi,1,obiettivi,25,osho,6,parlare in pubblico,1,passivo aggressivo,1,paure,4,peanuts,2,percorsi di counseling,3,percorsi di crescita,1,percorso,9,personal branding,108,personalità,2,pittura emozionale,6,pnl,2,poesia,3,posizionamento,2,potenzialità,4,problem solving,5,problemi,1,professione counseling,2,progetti,2,promozione personale,10,pubblicità,10,punti di vista,3,quadri miei,14,regole,2,relax,1,relazioni,8,resilienza,6,responsabilità,2,ridiamoci su,5,riflessioni,9,risorse,1,San Valentino,1,scelte,3,scrittura,4,self marketing,96,sensi,2,sesso,1,social network,5,spirituralità,1,strategie,2,stress,9,successo,2,sviluppo,3,sviluppo personale,6,Talento,8,team building,14,tempo,9,tenerezza,1,testimonianze,6,time management,11,valore,1,varie,4,visione,2,vita,3,x,1,
ltr
item
EneRgiA CReatiVA: Fiducia, controllo ed autoefficacia
Fiducia, controllo ed autoefficacia
il senso dell' autoefficacia è la fiducia che ogni persona ha sulle proprie capacità di ottenere gli effetti desiderati con la propria azione.
https://1.bp.blogspot.com/-Zgnmal_hxqQ/V15mMuAXljI/AAAAAAAAR3o/SxToz_1RXUouAIJaAhRdzK4T9E5erTCUwCLcB//locus%2Bof%2Bcontrol.png
https://1.bp.blogspot.com/-Zgnmal_hxqQ/V15mMuAXljI/AAAAAAAAR3o/SxToz_1RXUouAIJaAhRdzK4T9E5erTCUwCLcB/s72-c/locus%2Bof%2Bcontrol.png
EneRgiA CReatiVA
https://www.energiacreativa.org/2016/06/fiducia-controllo-ed-autoefficacia.html
https://www.energiacreativa.org/
https://www.energiacreativa.org/
https://www.energiacreativa.org/2016/06/fiducia-controllo-ed-autoefficacia.html
true
4358982898871818909
UTF-8
Loaded All Posts Nessun post vedi tutti leggi Reply Cancel reply Delete di Home Pagine POSTS vedi tutti Potrebbero piacerti etichette Archivio Cerca Tutti gli articoli Nessun post Back Home Sunday Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sun Mon Tue Wed Thu Fri Sat January February March April May June July August September October November December Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec just now 1 minute ago $$1$$ minutes ago 1 hour ago $$1$$ hours ago Yesterday $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago more than 5 weeks ago Followers Segui THIS PREMIUM CONTENT IS LOCKED STEP 1: Share to a social network STEP 2: Click the link on your social network Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy