Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

I giudizi autoinflitti


Viene il giorno in cui un percorso di autoconsapevolezza, o di autostima o di self marketing sappia guidarti alla conoscenza di te, a riguardare quelle etichette che ti sei scritto addosso o che hai lasciato scrivessero su di te.
Invalidanti, feroci.



Le rileggi e senti di poterle cancellare e sostituire con altre più reali.
Riuscirai ad ascoltare le voci degli altri che ti trovano bella, mentre prima non potevi accettarlo.
Non ci hai mai creduto, perchè non riuscivi a vederti così, o dentro o fuori e rifiutavi anche le parole positive e sincere al mittente.



Che sei stato il peggiore giudice di te stesso/a e impegnandoti a ripulire quelle scritte scopri com'è non avere il marchio sulla pelle, quell'infamia che non puoi pronunciare ma ti pesa, ogni giorno, ed ogni giorno la porti addosso.

Hai cercato di sentirla meno, attraverso qualcosa che ti distraesse.
Lo shopping, il fumo, il troppo lavoro. Il sesso, la musica ad alto volume.
Qualsiasi cosa pur di allontanarti da quello che ormai credevi veramente di essere.

e poi scopri, d'un tratto, che bastava solo togliere di dosso i segni inutili della critica feroce.


argomento trattato anche qui e qui

28 commenti :

  1. spesso, osservando me stessa e gli altri ho notato che il mondo ci percepisce come NOI ci percepiamo. Quello che gli altri colgono di noi è quello che noi comunichiamo, e noi comunichiamo la NOSTRA opinione di noi stessi esempio:  vi è mai capitato di conoscere una donna non proprio bellissima che , sentendosi  bellissima, riusciva ad avere un grande successo con gli uomini a dispetto di una magari più bella, ma insicura del suo aspetto?

    RispondiElimina
  2. no, ma ho conosciuto un uomo bellissimo, da sturbo e svenimento che parlava della sua bellissima moglie e quando ho conosciuto la versione umana di Olivia quella di braccio di ferro, naso aquilino, magra alta e un pò ingobbita, il resto capitato a casaccio sul viso, ovvero occhi disallineati etc etc... mi sa che lui non si è mai visto bello.poi ho il mio ex americano, che all'inizio parlavo maccheronico io e non capivo bene lui.dunque attratta dai modi gentili e dal fisico/viso da 7++e lui se gli dicevo che era bello rispondeva "yeah yeah, right" come fosse una bugia.ella lo colpi con un mestolo.

    RispondiElimina
  3. capito...della serie io non sono ok, dunque uno/una ok non mi si filerà mai...Egli cadde a terra, stecchito... 

    RispondiElimina
  4. ah ecco abbiamo in comune anche il brachetto e berne oltre a galimberti...;-))

    RispondiElimina
  5. scusa il bracchetto.mi prendono in giro, è un errore già fatto.

    RispondiElimina
  6. eh. mi sa che devo aggiungerlo alla lista. anch'io quando mi fanno dei complimenti li prendo come il tuo ex. sto imparando a cancellare alcune scritte. ma ancora non riesco a sostituirle con le nuove scritte positive, soprattutto quelle degli altri. chissà. magari un giorno.buona giornataaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  7. Root ecchitevero vero...ma a te non c'avevo pensato quando l'ho scritto. anche perchè io rientro tra le infami che ti sfottono girando il coltello (sulle fette)ahhaaaaaaaaaaaaaaaaarido 

    RispondiElimina
  8. beh, a girare il coltello sulle... fette non è che ci sia tanto spazio da me eh. diciamo che posso quasi serenamente sopportare gli attacchi del tempo...

    RispondiElimina
  9. Qui si parla di me mi sa :)io sono un giudice tremdno. Mi sto proprio sulle balle! ops... si può dire? tanto ormai! (Shhhh zitto giudice che mi stai dicendo nella testa: nn essere "grezza, che mica stai parlando con tua sorella, stai scrivendo su un blog dove ti leggono anche altre persone...bla bla bla")IO sono sul serio un giudice inflessibile con me stessa, anche se ammetto di stare migliorando: riesco a vedermi bella, a non vedere difetti dove qualche tempo fa avrei messo chili e chili di scolorina per eliminare nei pseudo invisibili.Riesco a dirmi brava, riesco a dirmi "non prenderti da stupida", riesco a essere orgogliosa di ciò che faccio, nel mio poco.E giuro, non è poco!!!

    RispondiElimina
  10. Giudici interiori da prendere a badilate anche io. A bizzeffe. E come te anche io fan del brachetto. Ops. Bracchetto. :))

    RispondiElimina
  11. leggerezza13:18

    per me la parte + bella è stata scoprire che il mio giudice interiore non dice quasi mai la MIA verità, ma quella degli altri.. di persone che negli anni mi hanno inculcato ben bene i loro giudizi e massime di vita.. ecco, scoprire che me le posso scrollare di dosso mi fa sentire sempre + leggera :-)

    RispondiElimina
  12. i segni inutili di una critica feroce.non inutili. chi attacca ha paura di te. chi ti denigra ha paura. chi distorce la tua realtà vive una realtà distorta. non sono segni inutili. sono le ferite di guerra di una battaglia contro chi ha così paura che per sopravvivere (a se stesso) cerca di distruggerti.questo in belle parole di teoria. che poi gli si creda, purtroppo, per una vita, a quelle critiche tanto da farle proprie ahimé... è un'altra storia.Che però ha un lieto fine: la catena si può spezzare.ella lo colpì con un mestolo.

    RispondiElimina
  13. Io continuo a perplimermi quando mi dicono:- che sono simpatica,- che scrivo bene,- che sono bella (continuo a non saperlo scrivere senza virgolettature o corsivi)- che sono magra.Ella si autoflagellò con il cavetto del mouse

    RispondiElimina
  14. Paola, con tutte 'ste cose in comune  insieme potremmo fare un sacco di danni.....

    RispondiElimina
  15. occhei. ripasso quando riesco a commentare, eh?

    RispondiElimina
  16. quando ero in analisi per un periodo sognai giudici veri dalle cui accuse mi dovevo difendere faticosamente.Poi qualcosa cambiò e il mutamento fu anticipato da un sogno emblematico: per la prima volta in un processo che mi vedeva coinvolta girai attorno al banco del giudicante e mi misi a sedere accanto a lui, ma non come se fossi anch'io togata, piuttosto come se fosse stato un mio vecchio amico. 

    RispondiElimina
  17. ecco bambine.ehm.dinanzi ad una nuova "svolta" o decisione epocale, torno a studio e vi trovo.tute lì, infilate una dietro l'altra, primissimi amori e conoscenze nuove ma già belle intime (gormiti inclusi)e mi chiedo: ma tutto questo ha un prezzo?vabbè. non importa mi capisco da sola per ora.Inizio dalla mia amorosa Trinity:fantastico pranzo merci. se il tuo giudice si permette di parlare male di te, lo colpirò con un mestolo.__________________________________Cembmi recndo conto...anche io fatico a restare seria qui tra fette e splamate.....___________________________________Claudia più che danni, un pranzetto col brachetto....________________________________Ale66adesso finisco le capriole col mio di mouse e scrivo che sono magra anche io. ma poi chi ci crede?_____________________________

    RispondiElimina
  18. Movidaporterò molti mestoli in aula...anzi solo due.. la tua ipotesi è affascinante. ma ormai mi dico, mica dovrei fare ancora paura io?___________________________-Si leggerezza....è una bella battaglia e ogni tanto ricicciano fuori come i peperoni, però piano piano  le stiamo risputando al mittente ;-)_____________________________Traffic nooo proprio tu..ti puoi salvare. sei la più giovane. o forse no?? mettiti dei post it anzi...business idea. dovrei produrre dei post it con le frasi motivazionali più belle di Movida - brand MFP e poi a voi le regalo per il non compleanno e al resto del mondo...le vendo.il bracchetto la colpì con un mestolo__________________________________Sono solo iotanti blablabla me li dico pure io, soprattutto perchè il tono nei commenti sta diventando ogni giorno più demenziale. ma tanto c'è chi sul demenziale ci fa i corsi, pertanto..posso sempre dire che sto applicando teorie. idem fai tu.;-)___________________________________________Root66e che ti rispondo a questa? unica soluzione: continuando la mattina a mandarti foto demenziali nella posta.che bella soddisfazione.

    RispondiElimina
  19. quando avrò il coraggio farò un post su quando viene il giorno in cui....che un paio di cosette da raccontare le avrei.anche se poi era in cui quel giorno. e il giorno dopo già dubitavo fosse stato in cui.ella andò a prendere lezioni di italiano

    RispondiElimina
  20. ce la faccio neh a scrivere un commento comprensibile.prima o poi......

    RispondiElimina
  21. movida6923:25

    certo che fai paura.a me un giorno una persona ha detto "se tu avessi ragione io dovrei mettere in discussione tutta la mia vita";) bacionotte

    RispondiElimina
  22. Eagleella si fece comprendere bene._____________________________Movida chi ti fa paura? eagle o io?o ...;-)

    RispondiElimina
  23. Che sei stato il peggiore giudice di te stesso/a e impegnandoti a ripulire quelle scritte scopri com'è non avere il marchio sulla pelle, quell'infamia che non puoi pronunciare ma ti pesa, ogni giorno, ed ogni giorno la porti addosso.giàe al posto delle scritte restano delle cicatrici. che a volte, magari quando si legge un post come questo, fanno male.il che è un bene, perché ci ricordano chi non dobbiamo più essere.

    RispondiElimina
  24. Cembolina pure io ho sbrechi addosso..ma di morsi e tagli.le parole invece ho immaginato andassero via come polvere o come matita, con la gomma o col dito.semplicemente. non posso chiederti di immaginare un pochino di quella cosa che tu detesti anche solo per pulire la casa, ma la carne verrebbe fuori bella bianca con unpò di candeggina...;-)o le cosine che preferisci tu, come una bella doccia alle gocce di lavanda e miele...

    RispondiElimina
  25. spe' che mi do' da fare...

    RispondiElimina
  26. E lo dico qui IO SONO UNA GRAN FIGA, INTELIGGENTE E ORGOGLIONAtanto nessuno mi vede

    RispondiElimina
  27. intelligente mi sa con una g ma due è rafforzativo.poi nn mi dire che nn rispondo ai tuoi commenti;-))))))))))

    RispondiElimina

Tu che ne pensi?