Le direzioni utili

Il fatto è che tante persone pensano che la psicologia, la filosofia, il marketing, la politica siano concetti astratti, inutili nella vita di ogni giorno.

Se ne disinteressano, lasciandole, secondo loro, alle pagine dei libri.

Invece noi ci siamo dentro totalmente ogni giorno.
Se solo imparassimo a tenere gli occhi aperti, ed applicare quello che abbiamo letto, o, in alcuni casi, addirittura insegniamo!!

Il concetto di oggi è questo:



Trova applicazione nella vita dei singoli, nelle famiglie, nelle società e nelle associazioni.

Troppe volte in azienda mi è successo di preparare business plan, back up plan (il famoso piano B), reco (raccomandazioni- sono azioni e proposte a fronte di un analisi effettuata). e il risultato è: stagno.

Lo stagno è quella situazione in cui nessuno poi risponde.
Si resta tutti sospesi, e si perde tempo (o secondo alcuni, si PRENDE tempo).
Si fa finta di non sapere, perché ci sono piani nascosti, altri, per cui prendere una posizione potrebbe impedire la futura presa della Bastiglia.

Intanto non si dice, non si fa sapere, il clima (aziendale, associativo o familiare) vive in sospensione.
Si sente nell'aria che qualcosa dovrebbe accadere, qualcuno dovrebbe affrontare parlare, mettere sul piatto.
Ma nulla.
Si resta nella bonaccia, solo che la bonaccia non viene stavolta da fuori, dagli elementi che non controlliamo, ma dal nostro stesso ambiente.

Così si fa melina - termine che ho conosciuto in età molto avanzata- e si fa finta.


Poi quando ci sono le "cordate" ci si ricorda degli elettori.
Dei soci, dei partner, di chi insomma vorremmo votasse per noi.

Allora chi si è disinteressato, è rimasto fuori per ignavia, noia, o perchè preso già in cento e passa crepacci, continua a lasciare a coloro che hanno fatto melina e hanno contribuito a restare stagnanti per così tanto più tempo del necessario. Li rivotano.

Io? rivoLto.
Successivo
« Prev Post
Precedente
Precedente »