Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

La comunicazione delle 5 w

Corsi, presentazioni, eventi.
Colloqui di lavoro.

Molti usano Facebook illudendosi che la quantità di inviti si traduca nella stessa quantità di risposte positive.



Risparmiano tempo - il loro- invitando TUTTI i contatti, evitando di verificare che quelle persone siano in target, ovvero potenziali fruitrici- interessate all'evento.

L'effetto va a discapito di tutti perché siamo ingolfati, infastiditi da comunicazioni inutili e ci perdiamo quelle che ci interesserebbero.

Che senso ha ricevere un invito per una serata in Africa se vivo a Roma?
La comunicazione allora potrebbe essere ad personam, come ad es.
So che sei lontana. Mi fa comunque piacere condividere con te questa iniziativa, che te ne sembra?
Oppure: è un occasione per salutarti e intanto volevo farti partecipe di ....

Allora si- il marketing come strumento di relazione e costruzione di relazioni.

 Che senso ha invitarmi senza indicare l'ora, il giorno e il luogo?

Questi sono casi diffusissimi, non eccezioni- come invece spero lo sia- il curriculum senza numero di telefono per esempio.

Dunque ricapitolando riceviamo comunicazioni inutili o incomplete, e dobbiamo perdere tempo - nostro prezioso tempo-  a leggere e cancellare o riscrivere per chiedere informazioni mancanti.

Quale che sia la tua comunicazione assicurati che sia - se non efficace- almeno completa.
Come?
Verifica che risponda alle 5 w, le cosiddette regole auree del giornalismo  cinque domande canoniche, fondamentali per essere esaurienti:

CHI?, COSA?, DOVE?, QUANDO? e PERCHE'?.

E' un modello (LASSWELL 1948) di comunicazione efficace utilissimo anche come strumento di delega. 


1.WHO       Il soggetto. Chi. Chi parla? Chi sei?

2.WHAT   Cosa proponi? Cosa chiedi? contenuto, messaggio, argomento;

3.WHOM  A chi ti rivolgi?  lo stile comunicativo dovrebbe adeguarsi al pubblico e non viceversa.

4.WHERE Dove Canale che utilizzi per la comunicazione: telefono, email, etc. Anche qui la comunicazione va adeguata al canale utilizzato.Se un evento: dove avviene/avverrà.

5.WHAT EFFECT Con quali risultati, effetti, riscontri della comunicazione (dunque valutabile ex post)
Io aggiungo risultati attesi per il cliente. Per chi accetterà l'invito. Per il destinatario del messaggio

Il modello di Lasswell fu poi integrato da Braddock (1958)

6.WHY Obiettivo della comunicazione: spiegare, documentare, informare, convincere,ricordare, progettare.
7.WHEN quando
8. How  Come. Il tono, lo stile, (qualcosa in più qui) il modo per diffondere il messaggio.


Poi scopro da wikipedia che le regole esistevano mooolto prima.
Usiamole.

Latino Italiano 5 W
1. QUIS «Chi» “Who”
2. QUID «Cosa» “What”
3. QUANDO «Quando» “When”
4. UBI «Dove» “Where”
5. CUR «Perché» “Why”
6. QUANTUM «Quanto»
7. QUOMODO «In che modo»
8. QUIBUS AUXILIIS «Con quali mezzi»